EX MANICOMIO DI AVERSA

Ha avuto molti nomi: Pazzeria degli incurabili, Reale Casa de’ matti, Reale manicomio della Maddalena, Real Ospedale Psichiatrico di Aversa, Ospedale psichiatrico S. Maria Maddalena.La parte più antica coincide con un antico convento risalente all’epoca angioina (1269) insistente a sua volta su una preesistenza religiosa. I Francescani vi risiedettero fino al Marzo del 1813, anno della conversione in manicomio. A quasi venti anni dalla chiusura, l’Ex Ospedale Psichiatrico di Aversa versa in uno stato di grave e totale abbandono. Come appassionati di “esplorazioni urbane”, non possiamo fare altro che raccontare e mostrare con immagini la bellezza ed il mistero di quello che lentamente muore, sperando che qualche cosa possa cambiare prima che sia troppo tardi. Ci auguriamo che per Aversa non sia troppo tardi, come per altre meraviglie di cui abbiamo raccontato

Giovanni Rossi Filangieri

Grazie ad un  emendamento del nostro portavoce Nicola GRIMALDI  al Decreto Fiscale, con la preziosa collaborazione della relatrice presidente Carla Ruocco, sono riusciti ad istituire un fondo da 2 milioni di euro all’anno fino al 2029 per la riqualificazione energetica e la ristrutturazione delle ex strutture manicomiali dismesse nel 1999.

Questo un primo passo che ha come obiettivo quello di recuperare strutture abbandonate e, di concerto con il Ministero della Salute e con il Mibact, stabilire i criteri e le modalità di assegnazione di queste risorse”. Lo dichiara il nostro portavoce Nicola Grimaldi, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Commissione Finanze alla Camera. POL NG01 acp 021508 DIC 19

Autore dell'articolo: web editor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *