PER CHIARIRE…

Vincenzo Viglione consigliere regionale M5S Campania


In risposta a una segnalazione che mi è stata inoltrata nelle scorse ore relativa a un articolo pubblicato su un giornale locale on line nel quale mi si chiede qual è stato il lavoro fatto dal sottoscritto in questa legislatura sul tema dell’amianto. Richiesta legata alla denuncia della presenza di lastre di amianto abbandonate presso l’area dell’ex depuratore di Aversa, attualmente di proprietà del Comune di Carinaro.
Dunque, trattandosi di un’area di proprietà comunale, essendo in capo al Sindaco i compiti di tutela della salute pubblica, come giustamente segnalato è il Comune l’ente chiamato a intervenire.
Per quanto riguarda il lavoro svolto in Consiglio Regionale dal sottoscritto e dai colleghi del gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, dai resoconti delle attività svolte in commissione bilancio e nelle sedute consiliari in cui sono state esaminate le leggi di stabilità regionali dell’ultima legislatura, è possibile verificare che l’unico gruppo consiliare che ha proposto continuamente emendamenti per finanziare gli interventi di rimozione dell’amianto sia presso aree pubbliche (per le quali la Regione ha emanato appositi bandi nel 2018, 2019, e per il 2020 con scadenza per presentare le domande fissato al 31 marzo), sia presso aree private, è quello del M5S. Inoltre, come ho avuto modo di raccontare più volte attraverso questa pagina e a molti incontri territoriali, come gruppo consiliare M5S abbiamo depositato nel luglio 2017 una proposta di legge a mia prima firma in materia di contrasto ai pericoli derivanti dall’amianto (potete legge e scaricare la proposta al link: https://bit.ly/310fRni), purtroppo mai incardinata presso le commissioni competenti per poterne avviare l’iter di approvazione.
In conclusione, per restare in materia di lavoro per il contrasto ai pericoli connessi alla presenza di amianto sul territorio, nei giorni scorsi grazie al lavoro svolto dal nostro Ministero del’Ambiente sono state assegnate le quote regionali di finanziamento di azioni volte proprio alla rimozione dell’amianto giacente presso edifici pubblici, nello specifico presso scuole e ospedali, ma la Regione Campania ha deciso di non destinare la propria quota a questa finalità ma ad altri tipi interventi.
Spero di aver fornito elementi sufficienti a soddisfare la richiesta di informazioni sul tema.
Grazie.

Autore dell'articolo: web editor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.