ECOREATI. La situazione dopo 2 anni dalla Legge 68

Evento ECOREATI 3/3/2017 - Foto Mariagrazia Mazzoni con Luigi Di Maio
Evento ECOREATI 3/3/2017 – Foto Mariagrazia Mazzoni con Luigi Di Maio

Si è tenuto venerdì sera a Giugliano l’evento”Ecoreati” organizzato dall’onorevole Salvatore Micillo, per fare il punto della situazione e confrontare i risultati ottenuti, a due anni della Legge 68, sul numero di ecoreati contestati, delle persone denunciate e dei beni sequestrati.

I dati ufficiali, nel periodo tra il 29 maggio 2015 al 31 dicembre scorso, sono significativi: 947 gli ecoreati contestati, 118 per inquinamento ambientale e 30 per disastro ambientale, 1185 persone denunciate, 229 i beni sequestrati per un valore di 24 milioni di euro. Gli interventi dei relatori hanno chiarito che la “Terra dei Fuochi” non è solo la Campania, ma l’Italia intera; questa filiera assurda di produzione/uso/rifiuto abbandonato è un sistema assurdo che penalizza l’ambiente su tutto il territorio nazionale. Come giustamente ha ricordato il comandante regionale dei carabinieri forestali, Sergio Costa, anche lui campano: “Dalla nostra terra sono partiti i cortei in difesa dell’ambiente, da qui sono nate le leggi a tutela dell’ambiente. Perlomeno questo coraggio, questo merito ce lo dobbiamo riconoscere”.
Tutti i relatori, ( moderatore Sergio Nazzaro) tra cui il magistrato Raffaele Piccirillo ed il direttore nazionale di Legambiente Stefano Ciafani, hanno ribadito che la strada da fare è ancora lunga ma che la legge 68/2015 è un primo importante passo. Salvatore Micillo, primo sottoscrittore della Legge, ha voluto anche l’intervento di due consiglieri comunali del M5S che sono quotidianamente a più stretto contatto con il territorio: Nicola Palma, consigliere a Giugliano, e la sottoscritta. Ha chiuso il dibattito il vicepresidente alla Camera dei Deputati, Luigi di Maio.

Nel mio intervento ho ricordato la commissione d’inchiesta e di studio “Terra dei fuochi” istituita al comune di Aversa e l’importanza del tema ambientale in ogni programma politico e ho citato una frase del libro “Economia senza natura” di Ferdinando Boero: ” l’uomo fa parte della natura e le regole che inventa sono soggette alle regole della natura. Tutti i guai in cui ci siamo cacciati derivano dal non aver capito questo semplicissimo concetto#ecoreati#terramia

Maria Grazia Mazzoni

Autore dell'articolo: Giuseppe Carrera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *